Marco Lorandi Bedogni Pietri

BIOGRAFIA

lia e in Europa indagati: pittura, scultura, grafica, architettura, iconografia e iconologia connesse alla letteratura cosmopolita e alle fonti dei documenti diretti ed indiretti sulla base di un metodo storiografico. Partito dalla pittura del Cinquecento e dalla scultura del Seicento e Settecento, con particolare riguardo alla famiglia storica dei Fantoni e allo studio sulla committenza artistica in Europa dei Tassis.
Marco Lorandi ha inoltre svolto una vasta indagine sull’arte dal Romanticismo europeo, tedesco, inglese, francese, spagnolo ecc., nonché la modernità o meglio il modernismo, l’Art Nouveau, Liberty, Secessione Viennese, Jugenstill ecc.
Ha intrapreso studi e ricerche sul Simbolismo europeo e italiano specialmente, sull’opera di Alberto Martini e sul Modernismo con contributi sulle riviste del tempo, come Emporium e il personaggio di Vittorio Pica, senza contare i vari convegni internazionali tenuti quali “II Convegno Internazionale degli Studi sul Liberty” (Salsomaggiore, 1974), “I Fantoni e il loro tempo” (Bergamo, 1978), “Stile e struttura delle città termali” (San Pellegrino Terme, 1981), “Neogotico in Europa nel XIX e XX secolo” (Pavia, Università, 1985), “Emporium e l’Istituto Italiano d’Arti grafiche, 1895-1915” (Bergamo, 1985).
Seguono contemporaneamente gli studi e le pubblicazioni del “Gruppo di Novecento” a Milano, e la cultura italiana durante il fascismo. Ne scaturì un’importante mostra, con vari studiosi, presso la Società della Permanente (Milano, 1984-1985).
I suoi studi sono proseguiti sul “Premio Bergamo” (1939-1942) con una grande mostra presso la Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea e l’Accademia Carrara (Bergamo, 1993-1994) e con un catalogo, in due tomi, “Gli anni del Premio Bergamo” e il “Premio Bergamo... Documenti inediti, lettere, biografìe” (Electa) a cura di M. Lorandi, Fernando Rea, Orietta Pinessi, Chiara Tellini Perina.
Nel 1996 il volume di più di seicento pagine, “Il Mito di Ulisse nella pittura a fresco del Cinquecento Italiano”, edizioni Jaca Book (Milano).
Nell’ambito della cultura spagnola della “Generazione del ‘98” ha pubblicato il volume di trecento pagine: “Dalla tradizione alla tradizione. Rusiñol,  Sorolla,  Zuloaga,  Anglada e la pittura  della  Reiberizzazione  in

Pagina 1 2 3